Calendario Eventi

IL GIUDICE ALBERTANO E IL CASO DEL SUONATORE NELLA NOTTE
 Evento del 17-set-20


Il giudice Albertano e il “caso del suonatore nella notte”

Settimo libro della popolare e fortunata serie di ‘gialli’ medioevali imperniata sul personaggio del giudice Albertano. La nuova avventura del magistrato e letterato bresciano, dall’enigmatico titolo de “il caso del suonatore nella notte”, sarà presentata giovedì 17 settembre dal suo autore, il giornalista, storico, critico e scrittore Enrico Giustacchini. L’appuntamento è alle 20.30 nella Sala Polivalente della Cultura di Paitone, in piazza Sandro Pertini.

Con questo evento la Sala Polivalente riapre i battenti al pubblico dopo oltre sei mesi di chiusura, imposta dalle norme anti Covid19, da quell’ormai lontano febbraio 2020. In realtà l’attività culturale a Paitone è ripresa già da sabato 5 settembre, ma all’aperto,

col monografico dedicato ai ‘primi’ ottant’anni di Mina condotto magistralmente dal duo Andrea Butturini e Andrea Ragnoli, uno spettacolo che ha richiamato un vero e proprio stuolo di appassionati.

Questa volta il giudice Albertano - che, per quanti ancora non lo sappiano, è un personaggio, nato a Brescia, realmente esistito, vissuto fra la fine del dodicesimo secolo e la metà del tredicesimo, pregevole e stimato letterato, nonché umanista ante litteram - è impegnato nella soluzione di un caso, forse ancor più difficile e misterioso di quelli precedenti. La scena si svolge a Rodengo, secondo la scelta di Giustacchini di mutare ogni volta il luogo del misfatto, scena corredata da un’accuratissima (ma, si badi, per niente pesante né tantomeno noiosa, anzi veramente interessante) ricostruzione degli eventi storici che hanno interessato Brescia e il bresciano, nella fattispecie Rodengo, fra il 1200 e il 1212. Ricostruzione che, come nei casi precedenti, non vuole essere un mero esercizio di erudizione, bensì un’ ambientazione accurata dei posti e dei tempi in cui si muovono i personaggi della vicenda.

E quanto a questi ultimi, ne compare uno, proprio all’inizio del libro, del tutto originale, il “vecchio Giona”, che, proprio come il suo omonimo biblico, si aspetta di venire “presto inghiottito da un immane mostro marino”; non subito, però, perché abbia almeno il tempo di “porgere domande”, di “sollecitare occhi e orecchie” sulla “via che conduce alla verità”. Giona “il caparbio” è un personaggio non enigmatico, ma forse - lo è stato per me - difficile da analizzare e di cui non si afferra d’acchito il peso intrinseco e nella vicenda. Però, proprio per questo è intrigante e stimola l’interesse del lettore ad approfondirne la natura ed il ruolo.

Non vi diciamo altro su Giona né tantomeno sul “caso del suonatore nella notte” (se no che ‘giallo’ sarebbe?). Le risposte, da Enrico Giustacchini, le avrete giovedì 17 settembre a Paitone. Una serata da non perdere, anche per dimostrare che il Covid19 non fa più così paura da impedirci di tornare alla normalità culturale. Arrivederci in Sala Polivalente.

Franco Tarsi

Luogo SALA POLIVALENTE DELLA CULTURA DI PAITONE
Maggiori informazioni IL GIUDICE ALBERTANO E IL CASO DEL SUONATORE NELLA NOTTE
Files allegati

Immagini dell'evento

Nessuna immagine per questo evento al momento disponibile

Altri eventi correlati